PRP/PRGF

IL PRP/PRGF è un’innovativa metodica non invasiva che permette, mediante l’infiltrazione di fattori di crescita piastrinici e sostanze rivitalizzanti, di migliorare l’aspetto esteriore della vulva (grandi labbra) dal punto di vista del tono e trofismo e di ridurre sensibilmente la secchezza vaginale e i disturbi correlati (bruciore, prurito) come anche la dispareunia (dolore durante i rapporti sessuali).

Indicazioni

In ginecologia la PRP/PRGF costituisce una terapia insostituibile per il trattamento di molte patologie e condizioni dell’habitat vulvare e vaginale. E` utilizzato per trattare:

  • secchezza
  • prurito
  • bruciore
  • lichen sclero atrofico

Inoltre, la PRP/PRGF ha un razionale terapeutico anche in ginecologia estetica, qualora si voglia effettuare un ringiovanimento genitale femminile, in caso di menopausa precoce o fisiologica. La PRP grazie all’azione dei fattori di crescita contenuti nei granuli piastrinici è in grado di stimolare le cellule staminali delle mucose vulvari e vaginale.

Candidata Ideale

Il ringiovanimento vulvo-vaginale è indicato per donne in età fertile che presentano grandi labbra ipotrofiche (assottigliate), ipotoniche e con scarso turgore e che desiderano migliorare l’estetica della vulva. E` indicata anche in donne in peri- o post-menopausa che lamentano secchezza vaginale e difficoltà durante i rapporti sessuali.

Tecnica

Dopo aver applicato sulle grandi e piccole labbra una crema anestetica per circa trenta minuti, si procede all’infiltrazione di sostanze rivitalizzanti nel derma delle grandi e piccole labbra. Si effettuano una o due sedute di PRP/PRGF cioè infiltrazione di plasma autologo (prelevato dalla stessa paziente) ricco di piastrine, e successive infiltrazioni di un preparato a base di cocktail di genisteina, resveratrolo e mannitolo.

Le piastrine liberano dei fattori di crescita che promuovono la neosintesi di collagene, elastina e acido ialuronico da parte dei fibroblasti: in questo modo stimolano e accelerano il naturale processo di rinnovamento della cute vulvare e ne migliorano tono e trofismo.

La genisteina è un fitoestrogeno estratto dai semi di soia che mima l’azione degli estrogeni su cute e mucosa vulvo-vaginali, quindi contribuisce a mantenere un adeguato spessore dell’epidermide, stimolando la proliferazione dei cheratinociti, preserva una buona vascolarizzazione locale, promuove la produzione di collagene ed elastina e ne inibisce la degradazione.

Il resveratrolo è un fenolo presente negli acini d’uva dotato di spiccate proprietà antiossidanti e in grado di neutralizzare i radicali liberi, molecole instabili che alterano e danneggiano la struttura molecolare di collagene, elastina ed acido ialuronico, determinando il progressivo invecchiamento della pelle. Gli antiossidanti, come il resveratrolo, inibiscono quindi i processi di deterioramento e invecchiamento del derma.

Sedute necessarie

Il protocollo di trattamento prevede 2 sedute con PRP e le successive con genisteina, resveratrolo e mannitolo. Le sedute sono distanziate di tre settimane le une dalle altre. Il medico può anche consigliare l’uso complementare di un integratore da assumere per via orale a base di genisteina ed una crema gel, contenente le stesse sostanze, da utilizzare quotidianamente.

VUOI PRENOTARE UNA VISITA O RICHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI?