Una pelle nuova e luminosa con il Peeling chimico

Il peeling chimico è una tecnica di medicina estetica che consiste nell’applicazione di uno o più agenti chimici esfolianti sulla cute per un periodo sufficiente ad interagire con strati cellulari sempre più profondi dell’epidermide e del derma.

Oggi i peeling possono essere costituiti da acidi semplici come il Retinoico, il Mandelico o il Salicilico o anche essere la combinazione più efficace di due o più acidi differenti come Salicilico+Piruvico+Retinoico con un’azione sinergica, integrata e sicura e un risultato migliore sulla pelle.

Il Peeling chimico serve per rendere più luminoso il colorito della pelle, migliorarne la texture e in alcuni casi a combattere le rughe sottili o l’eccesso di sebo.

Peeling semplici

A seconda del tipo di problema da trattare e del tipo di pelle, sono a disposizione differenti tipi di peeling:

  • Acido Glicolico: è il peeling più conosciuto e serve soprattutto per veicolare principi attivi nella pelle;
  • Acido Mandelico: è il peeling più leggero che può essere utilizzato anche nella stagione estiva per un refreshing del viso;
  • Acido Retinoico: è un peeling che risulta idoneo anche per le pelli più sensibli e serve per dare maggior luminosità alla pelle;
  • Acido Salicilico: è il peeling indicato per le pelli grasse e seborroiche; è indicato anche per l’acne;
  • TCA (acido tricloroacetico): indicato per le macchie più superficiali ma non per il melasma; maggiore è il suo tempo di posa sulla pelle e maggiore è la sua azione. Va utilizzato con attenzione;

Peeling combinati

Alcuni peeling combinano più acidi tra loro con un’azione sinergica e calibrata:

  • Definisse Peel Classic: combina  Salicilico, Piruvico e Retinoico:
    • a.salicilico: azione cheratolitica immediata e superficiale, indebolisce i legami intercorneocitari e possiede proprietà antimicrobiche;
    • a.piruvico: azione sequenziale e duratura di stimolo dell’attività dei fibroblasti;
    • a.retinoico: azione ritardata che si manifesta nei giorni successivi all’applicazione del peeling, stimolando non solo il turn-over cellulare epidermico ma anche la neo-sintesi di collagene negli strati papillari del derma;  svolge anche un’azione seboregolatrice.
  • Definesse Lightening Peel: contiene gli stessi acidi del Definesse Peel Classic oltre a due molecole in più: Lumiskin e Sepiwhite con proprietà schiarenti e specifiche per le macchie della pelle.

Candidati ideali

Le principali indicazioni al trattamento con peeling chimici sono:

  • invecchiamento cutaneo
  • discromie/macchie
  • acne in fase attiva o cicatriziale
  • acne rosacea
  • iperseborrea
  • rughe sottili
  • colorito spento della pelle

La tecnica

I peeling chimici possono essere eseguiti sul viso, sul collo, sul decolleté, sulle mani come anche sulle braccia e sulle gambe.

A seconda del tipo di pelle e dei risultati desiderati, sarà indicato un peeling piuttosto che un altro.

Dopo aver deterso e preparato la pelle utilizzando in alcuni casi anche uno scrub ad ultrasuoni, l’acido selezionato verrà steso con un pennello sulle zone da trattare. In alcuni casi il peeling non dovrà essere rimosso mentre, in altri, causerà un leggero “frost” e dovrà essere neutralizzato. Subito dopo verrà applicata una crema lenitiva se necessario.

Quanto dura il trattamento e cosa sentirò

L’esecuzione di un peeling è rapida e dura solo pochi minuti, necessari a che l’acido agisca correttamente. Solitamente è necessario ripetere la seduta per due o più volte a distanza di 10/15 giorni, a seconda del problema da trattare e del protocollo di terapia adottato.

Durante la seduta, alcune persone sperimentano una sensazione di leggero pizzicore e quindi calore. La pelle, in alcuni casi, può essere leggermente arrossata mentre in altri andrà incontro ad una leggera esfoliazione nei giorni successivi.

I risultati di un peeling

A livello dell’epidermide il peeling, diminuisce la coesione delle cellule superficiali (corneociti), e quindi:

  • rimuove lo strato corneo della cute e il tappo cheratinico dei comedoni
  • aumenta il turnover cellulare con relativa esfoliazione
  • inibisce l’attività delle ghiandole sebacee
  • in base alla profondità di penetrazione e all’acido adoperato, può coagulare la struttura proteica delle cellule (frosting)

A livello del derma

  • stimola i fibroblasti a produrre glicoproteine e nuovo collagene con ristrutturazione della componente fibrosa del derma.

Effetti collaterali e controindicazioni

I peeling chimici, in linea di massima, permettono di ottenere una pelle più giovane e luminosa senza interrompere le normali attività quotidiane perchè il tempo di recupero è pressochè nullo.

I peeling non sono indicati se è in corso un’infezione della pelle o se le pazienti sono in gravidanza o stanno allattando.

VUOI PRENOTARE UNA VISITA O RICHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI?

© Copyright - Dott. Luigi Mazzi - P. Iva 02371190238 - Albo Ordine dei Medici di Verona n. 5961 | Powered by Mediatica Network