Blefaroplastica

La Blefaroplastica è l’intervento chirurgico che consente di migliorare l’aspetto estetico delle palpebre, rimuovendo o rimodellando in maniera personalizzata la pelle, il tessuto muscolare e il tessuto adiposo in eccesso delle palpebre.

Il tipo e la quantità di tessuto eccedente su cui intervenire variano per ciascun caso, secondo la situazione obiettiva, le esigenze espresse dal paziente, la morfologia e le proporzioni dell’intero viso.

Blefaroplastica superiore, inferiore e inferiore trans congiuntivale

L’intervento di blefaroplastica superiore comporta un’incisione della pelle a livello della piega palpebrale. Questa incisione rimane pertanto nascosta quando gli occhi sono aperti.

L’incisione nella blefaroplastica inferiore per via transcutanea è eseguita al di sotto delle ciglia e parallelamente a esse.

Nella blefaroplastica inferiore transcongiuntivale l’incisione è effettuata nella superficie interna della palpebra e quindi la cicatrice non è visibile dall’esterno.

Talora si potrà ricorrere al laser Erbium, CO2 frazionale o Endolift laser per appianare le piccole rughe della zona palpebrale, della zona sopraccigliare e zigomatica e migliorare il risultato estetico. In alcuni pazienti si possono associare un lifting del sopracciglio e del viso, filler e/o iniezioni di botulino.

Blefaroplastica Superiore

L’intervento di blefaroplastica superiore consiste nell’asportazione dell’eccesso di pelle e nella rimozione delle borse di grasso che si trovano nella regione palpebrale superiore. Questo comporta un’incisione cutanea a livello della piega palpebrale che rimane nascosta quando gli occhi sono aperti. Nel caso d’importanti eccessi di cute al lato degli occhi, le incisioni potranno estendersi oltre il margine palpebrale esterno.

Questo intervento può essere eseguito in day hospital e in anestesia locale. Per suturare la pelle si utilizzano sottilissimi punti che sono rimossi dopo pochi giorni dall’intervento. Subito dopo l’intervento è presente del gonfiore destinato a scomparire nel giro di pochi giorni. L’intervento non è doloroso e dopo una settimana circa il paziente può tornare a svolgere tutte le attività lavorative e sociali senza particolari problemi.

Blefaroplastica Inferiore

La blefaroplastica inferiore è un intervento un po’ più complesso della blefaroplastica superiore ma anch’esso può essere eseguito in day hospital e in anestesia locale.

L’incisione è praticata sul bordo sotto ciliare della palpebra inferiore. Attraverso questa incisione è possibile sia rimodellare i tre depositi di grasso responsabili della borsa che l’eccesso di cute e di muscolo che possono contribuire a determinare il difetto estetico.

Anche l’intervento di blefaroplastica inferiore comporta l’esito di una piccolissima cicatrice praticamente invisibile.

La ripresa è lievemente più lunga e si ha bisogno di circa due settimane per ritornare alla consueta attività lavorativa e sociale. La blefaroplastica superiore e la blefaroplastica inferiore possono essere associate fra loro ed effettuate nella stessa seduta.

Blefaroplastica inferiore transcongiuntivale

A seconda del tipo di intervento effettuato potrai o meno avere dei drenaggi che verranno tolti dopo 24 ore. Il nuovo seno potrà essere un po’ dolente ma avrai a disposizione al bisogno analgesici ed antidolorifici. Il seno resterà gonfio per due settimane circa e potrai vedere qualche ematoma che andrà riassorbendosi pian piano nei giorni. I punti andranno rimossi dopo 7/14 giorni e dovrai portare il reggiseno “sport” per circa un mese.

Dopo l’intervento

Normalmente la rimozione dei punti  di sutura si effettua dopo pochi giorni. Vi saranno palpebra gonfia e lividi evidenti per una settimana circa e potrete riprendere a truccare l’occhio non appena saranno rimosse le suture.

Chi fosse abituato a portare le lenti a contatto potrà cominciare a utilizzarle nuovamente dopo circa una settimana. Resterà comunque un lieve gonfiore per circa due/tre settimane che andrà pian piano diminuendo.

L’esposizione al sole (con filtro protettivo) è consentita dopo un mese. Le incisioni normalmente all’inizio hanno un colorito roseo evidente, ma solo per qualche giorno, e tendono a sbiadire progressivamente fino a rendersi esteticamente trascurabili. Sarà normale, nei primi giorni, notare un aumento della lacrimazione.

Candidati Ideali

I pazienti si rivolgono al chirurgo plastico per ringiovanire e correggere i principali inestetismi della regione perioculare quali:

  • Borse della palpebra inferiore e superiore
  • Occhi ‘piccoli’ o ‘rimpiccioliti’

Orientamento cadente della coda dell’occhio (canto esterno spiovente)   che conferisce un aspetto abbattuto e stanco

  • Sopracciglia basse o inflesse
  • Palpebre flaccide e cadenti

Spesso queste problematiche sono corrette dall’intervento di blefaroplastica associato anche ad altre tecniche, quali la cantoplastica, il lifting del sopracciglio, il lifting del terzo medio del viso, Endolift, fili di sospensione, filler, Micro/Nanofat con cellule staminali e la tossina botulinica.

Rischi e complicanze

La chirurgia estetica delle palpebre è una procedura chirurgica abbastanza semplice e i risultati sono generalmente molto soddisfacenti. Si tratta comunque di un intervento chirurgico vero e proprio dove i rischi e le complicanze (sanguinamento, infezione) sono rare, ma possono accadere. Per diminuire i rischi della blefaroplastica e le sue complicanze è importante seguire attentamente i consigli e le istruzioni che vi darà il chirurgo prima e dopo l’intervento.

I fumatori dovrebbero ridurre l’uso di sigarette perché il fumo può aumentare il rischio di complicanze e ritardi di guarigione.

L’Età migliore

Non esistono limiti di età per sottoporsi a una blefaroplastica.

La maggior parte dei pazienti che ricorrono alla blefaroplastica ha un’età compresa tra i 40 e i 60 anni. La blefaroplastica per via transcongiuntivale può essere eseguita su pazienti di tutte le età ma di solito i pazienti sono tra i 30 ed i 50 anni. Ciò non esclude che anche pazienti tra i 70 e gli 80 anni richiedano questo tipo di intervento.

Risultati

Le cicatrici sono pressoché invisibili perché le incisioni rispettano le pieghe naturali del volto. I risultati estetici sono naturali: lo sguardo è vivace ed espressivo, il viso appare ringiovanito e fresco senza alterarne le peculiarità e le proporzioni.

Le cicatrici sono totalmente invisibili quando il paziente ha gli occhi aperti. Inoltre, la qualità della cicatrizzazione nella regione palpebrale è eccellente, il che consente al paziente di non rendere visibili le cicatrici dell’intervento.

VUOI PRENOTARE UNA VISITA O RICHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI?