Perché la gluteoplastica?

La gluteoplastica prevede il rimodellamento della forma e del profilo dei glutei. Ciò può avvenire con due metodiche principali: lipofilling o lifting del gluteo.

L’intervento di lifting dei glutei consiste nell’asportazione della pelle e del grasso in eccesso in corrispondenza della regione glutea.  Tale condizione, può essere di natura congenita o può realizzarsi a causa dell’avanzare dell’età o ancora a seguito di cospicui e repentini dimagrimenti.

Il lipofilling prevede di utilizzare il tessuto adiposo del paziente stesso che è aspirato da un area e reimpiantato a livello dei glutei.

Candidato Ideale

Il paziente ideale per una gluteoplastica è la persona che desidera migliorare il profilo dei glutei, conferendo un aspetto di maggior tonicità e rotondità.

Anestesia

L’intervento è  generalmente eseguito in anestesia generale e prevede solitamente il ricovero. Può essere però eseguito anche in anestesia loco-regionale o in anestesia locale con sedazione.

Tecnica

Lifting del gluteo

L’intervento è di solito eseguito in regime di ricovero e ha una durata variabile fra le due e le quattro ore, a seconda dell’entità della riduzione e della tecnica utilizzata.

Solitamente prevede la rimozione dell’eccesso di pelle e tessuto adiposo della parte superiore dei glutei. In alcuni casi si associa un’asportazione orizzontale lungo il solco infra gluteo. Le suture sono eseguite con punti interni, per rendere meno evidenti le cicatrici. Al termine dell’intervento possono essere inseriti uno o più drenaggi per lato e posta una medicazione e applicata una guaina elastica.

Lipofilling

Se non vi è la necessità di asportare cute e si vuole solamente dare una forma più armonica ai glutei, il lipofilling è una tecnica molto vantaggiosa e che da ottimi risultati. Utilizzato anche per modellare altre parti del corpo, come il seno o i polpacci, la tecnica prevede di aspirare tessuto adiposo del paziente stesso da altre zone e quindi lavarlo, filtrarlo e reinserirlo a livello dei glutei per dare la forma e la rotondità desiderata. La metodica può essere svolta in anche in anestesia locale e sedazione con un ricovero in day hospital.

Risultati

Il risultato estetico della gluteoplastica è solitamente molto buono perché migliora esteticamente il profilo della parte posteriore del corpo e corregge, anche se non sempre in modo completo, le irregolarità dovute alla perdita dell’elasticità cutanea. Il risultato migliore si ha a distanza di tre/sei mesi. La qualità del risultato è determinata, oltre che dalle tecniche utilizzate, anche dal quadro clinico locale iniziale.

Il risultato dell’intervento è permanente, nel senso che il tessuto asportato non si riforma ma utilizzando la tecnica del lipofilling è necessario prevedere di dover intervenire nuovamente poiché del tessuto adiposo impiantato ne sopravvive solitamente dal 30% al 70%. La qualità e la durata del risultato sono pertanto individuali, in relazione a fattori costituzionali e abitudini di vita.

Effetti Collaterali

Con il lifting dei glutei la sensibilità della pelle potrà rimanere alterata (ipoestesie, parestesie, formicolii) per un periodo anche di molti mesi o a volte permanentemente; tali alterazioni possono presentarsi in modo asimmetrico fra i due glutei. Vi possono essere discromie cutanee o pigmentazioni che possono persistere anche per molti mesi e, seppur raramente, in modo permanente. Irregolarità dello spessore del sottocute, ondulazioni più o meno modeste della pelle e modeste asimmetrie fra i due glutei possono esitare come sequele “fisiologiche”.

Il Lipofilling può prevedere un secondo intervento per ottenere il risultato desiderato poiché non tutto il tessuto adiposo reimpiantato sopravvive.

Dopo l’intervento

Nel lifting dei glutei il dolore è di norma controllabile con i comuni analgesici.

I drenaggi, se presenti, sono rimossi generalmente dopo 12-36 ore; le medicazioni possono essere lasciate in sede per qualche giorno. I punti di sutura saranno asportati una/due settimane dopo l’intervento. E` spesso sempre presente una certa riduzione della sensibilità cutanea che tende a riprendere gradualmente sebbene, una lieve riduzione della sensibilità possa persistere per alcuni mesi.

Queste problematiche sono estremamente ridotte in caso di lipofilling.

Nel periodo post-operatorio è bene evitare sforzi e nei primi giorni porre particolare attenzione nell’atto del sedersi. Si consiglia di dormire, per la prima settimana, in posizione prona con un cuscino sotto la pancia. Il primo mese si suggerisce di riprendere gradualmente la propria attività ed evitare di praticare sport. Durante tale periodo si deve indossare una guaina elasto-compressiva giorno e notte.

Cicatrici

Inevitabilmente l’intervento di lifting dei glutei produce cicatrici cutanee, la cui estensione dipende dall’entità e dalla sede della lassità cutanea e dalla quantità di tessuto adiposo e di cute asportati. Se il lifting dei glutei è di modesta entità, comporta una cicatrice che si estende, a “farfalla” sopra della regione sacrale e glutea, oppure sopra il margine dell’osso iliaco, associata alle volte con un’incisione al solco gluteo. La cicatrice può essere nascosta sotto un costume da bagno.

Le cicatrici da lipofilling sono invece praticamente invisibili perché di soli tre/quattro millimetri sia nella zona di prelievo  che in quella di infiltrazione.

Metodi alternativi

Nei casi in cui non si renda necessaria l’asportazione di pelle in eccesso, evitando cicatrici importanti, è possibile usare una protesi ma ancor meglio il lipofilling. Se è presente una lassità di modesta entità è possibile utilizzare il fili di sospensione Silhouette Soft o la metodica laser Endolift ed utilizzare un acido ialuronico specifico come Hyacorp o Macrolane per reintegrare il volume dei glutei e ridare forma e rotondità.

VUOI PRENOTARE UNA VISITA O RICHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI?

© Copyright - Dott. Luigi Mazzi - P. Iva 02371190238 - Albo Ordine dei Medici di Verona n. 5961 | Powered by Mediatica Network