Perché la Mastopessi

L’intervento chirurgico di mastopessi consiste nel risollevare il seno mediante l’asportazione della pelle in eccesso, il riposizionamento della ghiandola mammaria, la ricollocazione del complesso areola-capezzolo e l’inserimento di una protesi mammaria, se necessaria.

Candidata ideale alla Mastopessi

L’intervento di mastopessi, più comunemente noto come lifting del seno è indicato per le donne che desiderano risollevare un seno cadente o ridurre e modificare la forma e le dimensioni dell’areola. Il lifting del seno è particolarmente indicato per donne con seni non troppo grandi ma cadenti che abbiano però mantenuto parte del volume originario

Nel caso di seni molto abbondanti il risultato estetico ottenuto può essere successivamente compromesso dagli effetti della gravità. Pertanto, per i seni molto voluminosi e pesanti è invece consigliata la mastoplastica riduttiva.

L’intervento

A seconda che si tratti di piccole, medie o grandi mastopessi, le incisioni possono essere effettuate o solo intorno all’areola o anche scendere verticalmente fino al solco sottomammario e lungo la piega inferiore del seno (cosiddetta incisione a “T” rovesciata). La mastopessi lascerà cicatrici permanenti che resteranno comunque nascoste all’interno del reggiseno o del costume da bagno.

L’intervento di mastopessi ha una durata variabile di circa tre ore. L’intervento di lifting del seno è generalmente eseguito in anestesia generale per una maggior sicurezza del paziente e in regime di ricovero con una notte di degenza.

Dopo l’intervento

Una volta finito l’intervento, la parte trattata è medicata e fasciata. Nei primi giorni dopo l’intervento di mastopessi il paziente dovrà rimanere a riposo. Dopo l’operazione potranno apparire gonfiore ed ecchimosi intorno alla zona trattata: è una reazione normale dell’organismo che diminuirà progressivamente fino a scomparire del tutto nell’arco di un mese circa.

Dal terzo/quarto giorno si potrà riprendere a svolgere le attività quotidiane evitando gli sforzi eccessivi. Sono assolutamente da evitare saune, bagni turchi e l’esposizione ai raggi UV.

Dopo una settimana circa si potrà riprendere la propria attività lavorativa, se non eccessivamente faticosa mentre dopo un mese giorni si potranno riprendere tutte le attività, anche quella sportiva.

Effetti collaterali

Le complicanze che, seppur rare, si possono verificare a seguito di un intervento di lifting del seno, sono: infezioni, sanguinamenti eccessivi, formazione di cicatrici cheloidee, lieve asimmetria mammaria e alterazioni della sensibilità parziale o totale dell’areola e del capezzolo. E’ importante ricordare che al termine dell’intervento di mastopessi residueranno delle cicatrici lungo le linee d’incisione che nel tempo andranno ad assottigliarsi e schiarirsi ma non scompariranno mai del tutto.

E’ consigliato alle fumatrici di ridurre l’uso di sigarette perché il fumo può aumentare il rischio di complicanze e causare ritardi di guarigione.

VUOI PRENOTARE UNA VISITA O RICHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI?

© Copyright - Dott. Luigi Mazzi - P. Iva 02371190238 - Albo Ordine dei Medici di Verona n. 5961 | Powered by Mediatica Network