CORONAVIRUS – COVID-19

Cos’è il Coronavirus

I Coronavirus sono una famiglia di virus che possono causare malattie comuni, come il raffreddore, fino a malattie molto più importanti, come la Sindrome Respiratoria Acuta (SARS).

I coronavirus sono facilmente riconoscibili al microscopio elettronico perché hanno un aspetto simile ad una corona. Questi virus, conosciuti da oltre cinquant’anni, colpiscono in modo particolare l’apparato respiratorio e quello gastro intestinale.

Il nuovo Coronavirus

Il virus che causa la pandemia ora in atto è un nuovo ceppo di Coronavirus, simile a quello che ha causato in passato la malattia chiamata SARS, ma non uguale. Si tratta quindi di un virus che ha subito delle modificazioni ed ha alcuni tratti differenti a quello della SARS: potremmo definirlo come un suo cugino.

COVID-19

COVID-19 è il nome che è stato dato alla malattia provocata dall’attuale Coronavirus.

“CO” sta per Corona, “VI” sta per Virus, “D” sta per “disease” (malattia in lingua inglese) e “19” è l’anno in cui è stato registrato il primo caso.

Come mai compaiono nuovi virus e si modificano nel tempo

La comparsa di nuovi virus, che prima determinavano infezione solo negli animali e poi, invece, sono passati a colpire anche l’uomo, è un fenomeno molto conosciuto chiamato “spill over”. Il virus riesce cioè a saltare da una specie all’altra, da quella animale all’uomo. Probabilmente lo “spill over” è alla base dell’origine del nuovo Coronavirus. Al momento la comunità scientifica sta cercando di identificare la fonte dell’infezione (fonte Istituto Superiore di Sanità).

I sintomi più comuni di COVID-19

Una persona affetta da Covid-19 lamenta spesso febbre, stanchezza e tosse secca.

Alcuni pazienti possono presentare un indolenzimento e dolori muscolari, congestione nasale, naso che cola, mal di gola e/o diarrea.

Questi sintomi sono generalmente lievi e iniziano gradualmente, ma non sono affatto da trascurare.

In alcuni casi, taluni soggetti hanno avuto solo una perdita /diminuzione dell’olfatto e la perdita del gusto, senza febbre o altri sintomi.

Nei casi più gravi, purtroppo, l’infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e può portare fino alla morte.

Le persone più a rischio

Le persone più a rischio sono gli anziani e le persone con malattie pre-esistenti, come malattie cardiache, diabete e pazienti immunodepressi. Purtroppo, però, si sono registrati ormai numerosi casi anche tra giovani e persone sane.

Il periodo di incubazione del virus

Il periodo di tempo che passa fra il contagio e la comparsa dei primi sintomi è tra i due e i quattordici giorni.

Come si trasmette il virus della COVID-19

Il nuovo Coronavirus è un virus respiratorio e si diffonde tramite il contatto stretto con una persona infetta. La via principale di trasmissione è rappresentata dalle goccioline presenti nel respiro delle persone infette. Questo aereosol che contiene il virus si può diffondere con la saliva, tossendo e starnutendo, con contatti diretti personali, toccando poi con le mani contaminate bocca, naso o occhi. E’ per questo che le mani vanno lavate bene e spesso.

L’infezione da nuovo Coronavirus può essere contratta da un soggetto che non presenta sintomi (asintomatico)?

È ritenuto possibile dalla OMS che persone nelle fasi iniziali della malattia, e quindi con sintomi assenti o molto lievi, possano trasmettere il virus. (Fonte: ISS) 

Cosa fare per proteggersi

Al momento, l’Organizzazione Mondiale della Sanità suggerisce di adottare le seguenti misure di protezione personale:

  • resta a casa, esci solo per esigenze lavorative, motivi di salute e necessità
  • lavati spesso le mani;
  • evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
  • evita abbracci e strette di mano;
  • mantieni, nei contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno due metri (Regione Veneto);
  • starnutisci e/o tossisci in un fazzoletto di carta monouso e gettalo immediatamente o lavalo dopo l’uso poi lavati bene le mani con acqua e sapone o con soluzione idroalcolica e asciugale accuratamente;
  • evita l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri;
  • non toccarti occhi, naso e bocca con le mani;
  • non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
  • pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
  • usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o se presti assistenza a persone malate.

Se presenti febbre, tosse o difficoltà respiratorie e sospetti di essere stato in stretto contatto con una persona affetta da malattia respiratoria Covid-19:

  • rimani in casa, non recarti al pronto soccorso o presso gli studi medici ma chiama al telefono il tuo medico di famiglia, il tuo pediatra o la guardia medica. Oppure chiama il numero verde regionale.

VUOI PRENOTARE UNA VISITA O RICHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI?

© Copyright - Dott. Luigi Mazzi - P. Iva 02371190238 - Albo Ordine dei Medici di Verona n. 5961 | Powered by Mediatica Network